Skip to main content

Il percorso professionale di Riccardo

People Design mi ha aiutato a sviluppare valore e ad ampliare le mie competenze. .

RiccardoTeam Machinery

Riccardo lavora in People design da circa un anno. Ha scelto di rimettersi in gioco dopo un’esperienza di tre anni in un’ azienda del settore navale. Riccardo, potresti raccontarci come mai hai deciso di fare il consulente People Design? Ero alla ricerca di nuovi stimoli, mi sentivo pronto ad intraprendere un nuovo percorso lavorativo. Dopo aver conseguito la laurea in ingegneria meccanica ho lavorato tre anni per un’azienda specializzata nella progettazione e produzione di porte, portelli e carpenteria metallica per yatch. Questa esperienza è stata per me molto importante, si trattava di una realtà di piccole dimensioni all’interno della quale ho imparato molto. La voglia di apprendere cose nuove, vedere realtà più grandi e strutturate ha preso il sopravvento, ho deciso di cercare nuovi stimoli e nuove opportunità. Non è stata una decisione presa a cuor leggero, avevo raggiunto una buona posizione e avevo grosse responsabilità all’interno dell’ufficio tecnico ma sentivo che non ci sarebbero state ulteriori possibilità di crescita.

Hai detto che pur essendo soddisfatto di quello che facevi sentivi il desiderio di fare un passo avanti. Perché hai scelto di lavorare in People Design? Come ho anticipato la realtà aziendale all’interno della quale ho lavorato era molto piccola e le attività ripetitive. Sentivo di poter dare altro e soprattutto di aver ancora tanto da imparare sulla progettazione. Sognavo di poter lavorare in una grande azienda e di poter seguire un prodotto dalla progettazione alla produzione, avere un confronto costante con persone che potessero trasferirmi know how e con le quali potermi confrontare. Sentivo il bisogno di vivere la dinamiche di un’azienda strutturata e prender parte a uno scambio di competenze più ampio e costruttivo. Sono stato contattato da People per un’opportunità lavorativa presso una prestigiosa realtà del mio territorio che si occupa della progettazione di macchine per la produzione di carta. Era la mia occasione, finalmente una realtà di grosse dimensioni in cui mettermi veramente alla prova, sfruttare le mie competenze e apprenderne di nuove. Di cosa ti occupi adesso? Lavoro nell’ufficio tecnico meccanico, si tratta di un’area aziendale che ha la responsabilità della parte meccanica delle linee di produzione.

I macchinari per la produzione di carta sono standardizzati ma possono essere modificati per rispondere alle specifiche richieste dei clienti. Mi occupo degli interventi progettuali di studio e valutazione. Sono molto soddisfatto perché ho costantemente l’opportunità di relazionarmi con professionisti che hanno differenti peculiarità tecniche. Credo che questo rappresenti il valore aggiunto che cercavo: crescere e migliorarsi grazie al confronto continuo con professionalità che hanno skills differenti. Cosa rappresenta per te People Design? Mi ha aiutato a sviluppare valore e ad ampliare le mie competenze. Essere un dipendente People Design significa poter contare sul supporto costante da parte della propria azienda. La formazione iniziale sul software NX ha rappresentato e rappresenta un valore aggiunto, mi ha permesso di imparare molto bene uno strumento di lavoro quotidiano grazie al quale sono diventatoun punto di riferimento per miei colleghi dell’ufficio tecnico. Sono grato a People per l’attenzione al dettaglio che mostra nel formare giovani come me che con passione rappresentano People Design nelle realtà in cui vengono assegnati.

Essere un dipendente People Design significa poter contare su un supporto costante da parte della propria azienda.

RiccardoTeam Machinery