IT/EN

IL PLANT PRODUTTIVO

IL PLANT PRODUTTIVO

IL PLANT PRODUTTIVO

L’idea che ci ha portato all’apertura di un Plan Produttivo è quella d’integrare l’ingegneria e la produzione rivolte ai prodotti in materiale composito come la fibra di carbonio.
I Clienti ci coinvolgono nella definizione dei propri obiettivi di progetto ed escono dalla nostra struttura con un prodotto, passando per l’ingegneria, l’industrializzazone, i prototipi fino alla serie. Siamo in grado di guidare i nostri Clienti verso la migliore scelta di processo di trasformazione dei materiali compositi a seconda dei loro obiettivi industriali.
All’interno dello stabilimento sono presenti due linee principali.

Lavorazione Fibra di Carbonio

PRIMA LINEA

La prima riguarda la metodologia tradizionale che utilizza l’Autoclave e che prevede uno sviluppo del componente  attraverso la cosiddetta Laminazione di materiali preimpregnati su uno stampo. Segue la creazione di un Sacco del Vuoto e l’inserimento dello stampo in un’Autoclave: qui il materiale si “cuoce” con tempi che vanno dalle 2 alle 8 ore, ad una pressione di 3-10 bar e tra i 135 e i 160 °C a seconda del tipo di carbonio da trattare.

Autoclave Mind People Design

SECONDA LINEA

La seconda linea prevede l’utilizzo della Pressa (Compression Moulding). Il vantaggio è rappresentato dai tempi di “cottura” ristretti della materia prima (dai 3 ai 15 minuti), che permettono una produzione molto più veloce rispetto all’Autoclave. Il contro? I costi degli stampi in acciaio sono più elevati rispetto agli stampi per Autoclave, ci si deve quindi rivolgere a programmi produttivi che richiedono migliaia di pezzi all’anno.
I due macro settori in cui il Compression Moulding si divide sono:
PCM: Prepreg Compression Moulding;
SMC: Sheet Moulding Compound.

Pressa Carbonio People Design e Mind

Quando i componenti escono dallo stampo dell’Autoclave o della Pressa, possono essere rifilati manualmente o con l’utilizzo di un CNC. Una volta rifilati, i pezzi possono essere assemblati (incollati) tra di loro all’interno del dipartimento d’Assemblaggio con diversi tipi di colle scelte a seconda del tipo di prestazione meccanica desiderata. Dopo essere stati assemblati, i pezzi passano alla fase della Finitura estetica che prevede la preparazione tramite Carteggiatura con seguente Verniciatura e Lucidatura finale.
Adesso il nostro prodotto è pronto per la verifica finale sia estetica (sotto un Tunnel a luminosità controllata per esaminarne le possibili imperfezioni) che dimensionale (attraverso uno Scanner 3D).
Queste sono tutte le fasi seguite nel nostro nuovo Stabilimento Produttivo che è già attivo per numerose importanti commesse e si propone di crescere negli anni per raggiungere ed eguagliare i migliori concorrenti europei.